LOADING...

Benvenuti a Palazzo Mediceo

patrimonio mondiale unesco

EVENTI IN PRIMO PIANO Tutti gli eventi sono a cura di Fondazione Terre Medicee

RASSEGNA TEATRO SCUDERIE GRANDUCALI

Raccontare per far rivivere

direttore artistico Elisabetta Salvatori

 

Rinnovo vecchi abbonamenti  -  dal  24 ottobre fino al 5 novembre 2016
(chiuso il 31 ottobre e il 1 novembre)


Nuovi abbonamenti  -  dal 7 al 19 novembre

SINGOLI BIGLIETTI
dal 21  novembre fino al 7 aprile
possibilità di acquistare i singoli biglietti di tutta la stagione teatrale

 

"B&W l'amore per la pellicola" di Ken Gerhardt

a Seravezza si potranno apprezzare le seguenti ricerche "Film Revisited", "Gates 'n Fences", "The Garden Path", "Off the rails"  scattate tutte in negativo bianco e nero e stampate su carta baritata ai sali d'argento.

"Il Dono" di Giorgia Fiorio

Seravezza Fotografia nella sua quattordicesima edizione dedica la mostra principale alla fotografa Giorgia Fiorio nelle sale di Palazzo Mediceo, Patrimonio Mondiale Unesco.
L' esposizione fotografica proposta da Fondazione di Venezia e curata da Denis Curti di Giorgia Fiorio: "Il Dono", sviluppa il tema della relazione tra l'individuo e il Sacro.

Seravezza Fotografia 2017 : XIV Edizione

12 Febbraio - 17 Aprile 2017

Artisti nazionali e internazionali

Le mostre saranno adibite in vari centri  
culturali del comune di Seravezza.

Info : www.seravezzafotografia.it
        info@seravezzafotografia.it

"Ogni io che sei" di Francesca Marrai

Ogni immagine rappresenta una parte di me, ed è ispirata da quei luoghi o oggetti che mi attraggono perché mi aiutano ricostruire il mio mondo.

"UNTITLED (INTRO)" di Stefano Viti

I miei lavori mirano ad analizzare la coscienza e la psicologia umana, sotto l'aspetto sociologico e affrontando la relazione uomo-natura.

"Nascoste bellezze" di C.F. l'Altissimo

In questa occasione il Circolo l’Altissimo si dedica a una nuova ricerca: scoprire nell’architettura, nelle sue innumerevoli forme, valori estetici “nascosti”.

Oltre gli argini , Firenze 4 Novembre '66

Venerdi 3 Marzo 2017
Inizio spettacolo ore: 21.15

Teatro Scuderie Granducali

Di Paola Presciuttini
Regia di Mario Mattia Giorgetti

"Sporting Marble"

Dalla presenza sul territorio Apuo Versiliese, di attività lavorative legate all' estrazione del marmo nasce l'idea di rileggere in chiave contemporanea l'antico binomio Arte e Sport e di creare un nuovo dialogo che si fondasse sulla forza dell'immagine fotografica.

Il cammino della speranza - religioni nel mondo - a cura di Lorenzo De Francesco e Carlo Ciappi

Da un’idea di Lorenzo De Francesco ed ispirato al pensiero di P. Teilhard de Chardin, un percorso di riflessione costituito da una selezione di audiovisivi amatoriali scelti fra i pochi che trattano esplicitamente il tema delle religioni, ovvero che raccontano, secondo il punto di vista degli autori, la religiosità dei popoli del mondo. I documenti fotografici sono accompagnati da semplici commenti di contrappunto per stimolare la riflessione e preparare il pubblico alla visione. Il progetto è realizzato grazie alla disponibilità dei circoli fotografici nazionali, degli autori della Collezione Internazionale Audiovisivi del Servizio Audiovisivi della FIAP (Fédération Internationale de l’Art Photographique) e di quelli nazionali del Dipartimento Audiovisivi Fotografici della FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche).

"Sur/Real" di Erika Zolli

La mostra che qui proponiamo, intitolata “Sur/Real”, comprenderà i suoi due progetti più recenti: “Surreal Arabesque” e “Me at my best”. 

"Strike" di Lucio Trizzino

Le immagini di Trizzino colpiscono l’osservatore con la loro forza umana e concettuale, lo sorprendono per l’arditezza dell’estetica e il gioco delle prospettive, e infine lo coinvolgono in un dialogo dai toni ora gravi, ora amaramente ironici.

SPACEARTH - Satellite Photography

La mostra riunisce per la prima volta sei dei maggiori artisti di fotografia satellitare di livello internazionale accomunati dalla passione e la reinterpretazione dei vari paesaggi terrestri realizzati tramite l'utilizzo delle nuove tecnologie web.


"Indagare la realtà" a cura di Lucio Trizzino

Dedicato all’essenza della fotografia nella realtà e alla sua estensione narrativa.

Visione; immaginazione; espressione: cos'è diventata la fotografia del nostro tempo? a cura di Giorgia Fiorio

un incontro con Giorgia Fiorio, Giovanna Calvenzi e gli artisti del Reflexions Masterclass

Lettura Portfolio Fotografici

Sesta edizione del premio Terre Medicee per il miglior portfolio fotografico.

guarda tutti gli eventi

PALAZZO MEDICEO

PATRIMONIO MONDIALE UNESCO

La Villa Medicea di Seravezza, è un complesso architettonico costituito dal Palazzo, le Scuderie, la Cappellina e il giardino. Presenta caratteristiche e funzioni diverse rispetto alle altre Ville Medicee toscane; infatti allo sfarzo degli interni e degli esterni, la Villa di Seravezza contrappone un’estrema semplicità. Si tratta di una scelta stilistica legata probabilmente alla sua funzione: non era concepita come una vera e propria dimora, ma come una casa o casino. L’edifico principale del complesso mediceo è il Palazzo costruito tra il 1561 e il 1565 per volere di Cosimo I de’ Medici, Granduca di Toscana, come residenza temporanea durante le frequenti visite alle cave di marmo e alle miniere di argento. Rimase per molti anni la residenza estiva dei Medici e successivamente degli Asburgo-Lorena e di altre famiglie nobili toscane fino all’Unità d'Italia, quando il palazzo divenne sede del Municipio e tale rimase fino al 1967. Riconosciuto nel 2013 Patrimonio Mondiale dell’Umanità e inserito nel sito seriale delle “Ville e Giardini Medicei della Toscana”, è oggi un polo culturale dove si svolgono importanti esposizioni d’arte e di fotografia e rassegne teatrali, è sede del Museo del Lavoro e delle Tradizioni Popolari della Versilia Storica, della Biblioteca Comunale e dell’Archivio Storico.

leggi di più

CITTÀ DI SERAVEZZA

Le prime notizie storicamente documentabili su Seravezza risalgono al 1040, anche se le tracce della presenza dell’uomo sulle Alpi Apuane sono antichissime (risalgono al Paleolitico Medio). In questi luoghi si susseguirono le civiltà dei Liguri Apuani, degli Etruschi e dei Romani. Proprio a questi ultimi si devono numerose opere: in primo luogo la razionalizzazione territoriale resa attraverso la centuriazione, poi le bonifiche territoriali che permisero l’ottimizzazione della viabilità e dell’agricoltura (da ricordare l’introduzione dell’olivo e della vite) e lo sfruttamento delle risorse minerarie del ferro, del piombo e dell’argento, nonché l’attività estrattiva del marmo.

scopri tutto

©2015 Fondazione Terre Medicee, Tutti i diritti riservati.